Benny è di passaggio


Pubblicato in Cultura e società e Religioni e sètte
20 ottobre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

12 ago­sto 2007. Bene­det­to si alza, va in bagno, si veste, una sana cola­zio­ne, poi si affac­cia e dice:

Distac­ca­te­vi dai beni mate­ria­li”.

Adn­kro­nos: ”Sul­la ter­ra sia­mo solo di pas­sag­gio” e per que­sto i cri­stia­ni devo­no impe­gnar­si a ”distac­car­si dai beni mate­ria­li in gran par­te illu­so­ri, e a com­pie­re fedel­men­te il pro­prio dove­re con una costan­te ten­sio­ne ver­so l’alto”. E’ l’esortazione del Papa, che alle ore 12 si è affac­cia­to al bal­co­ne del Cor­ti­le inter­no del Palaz­zo Apo­sto­li­co di Castel Gan­dol­fo per reci­ta­re l’Angelus insie­me ai fede­li e ai pel­le­gri­ni pre­sen­ti.
In par­ti­co­la­re, la pagi­na evan­ge­li­ca, pro­se­guen­do il mes­sag­gio di dome­ni­ca scor­sa, invi­ta i cri­stia­ni a distac­car­si dai beni mate­ria­li in gran par­te illu­so­ri, e a com­pie­re fedel­men­te il pro­prio dove­re con una costan­te ten­sio­ne ver­so l’alto”. ”
Nel­la litur­gia odier­na, l”’invito a spen­de­re la nostra esi­sten­za in modo sag­gio e pre­vi­den­te, a con­si­de­ra­re atten­ta­men­te il nostro desti­no, e cioè quel­le real­tà che noi chia­mia­mo ulti­me: la mor­te, il giu­di­zio fina­le, l’eternità, l’Inferno e il Para­di­so. La Ver­gi­ne Maria, che dal cie­lo veglia su di noi, ci aiu­ti a non dimen­ti­ca­re che qui, sul­la ter­ra, sia­mo solo di pas­sag­gio”. […]

Ora, a par­te la ter­ri­bi­le ipo­cri­sia (io non lo so, ma quel­li che lo ascol­ta­no, quel­li che lo sen­to­no par­la­re da un bal­co­ne fra mar­mi ori e ope­re arti­sti­che di immen­so valo­re, vesti­to da sar­ti, ma non se ne accor­go­no? Que­sta inca­pa­ci­tà non solo logi­ca ma emo­ti­va per me è il vero gran­de pro­ble­ma del­la nostra socie­tà): ma per­ché i beni mate­ria­li sareb­be­ro ‘illu­so­ri’??
Che pro­ble­ma ha que­sto tizio col vive­re bene, degna­men­te, pie­na­men­te, godu­rio­sa­men­te sul­la ter­ra? Beni illu­so­ri, sia­mo di pas­sag­gio = la vita qui non vale un pif­fe­ro, ricor­da che muo­ri e solo dopo la mor­te potrai comin­cia­re a vive­re.
Che schi­fo di ragio­na­men­to (ragio­nam.. par­don), che schi­fo di filo­so­fia di vita!

Ma dico, e se pure fos­se vero che c’è un dopo, qual’è il pro­ble­ma a vive­re pie­na­men­te qui? Nes­su­no, direi, anzi. Quin­di c’è pro­prio solo la volon­tà di inse­gna­re a cre­de­re quan­to poco vale que­sto mon­do, insom­ma è di nuo­vo e sem­pre cele­bra­zio­ne del loro dio. E lo spac­cia per ‘vero uma­ne­si­mo’!!