Preavviso! La lettura del sito può avere effetti frizzanti sulla fede.. Sono ateo e qui scrivo di umanesimo, quindi anche di religione e dei difetti che ci trovo. Se l'idea ora non ti va, fa' a meno.
Cerca!
– •~(-•O.o°••°o.O•-)~• -

Piccolo Manuale di Umanesimo Ateo /​ Il perché e il percome di una vita senza dèi

Autore Morgan

QUINTA EDIZIONE!

antic_pmua-libro3dHabemus li­brum!
È pro­prio lui, pron­to, pron­tis­si­mo: il ‘Piccolo Manuale di Umanesimo Ateo’! 5° edi­zio­ne!
Ampliato, cor­ret­to, ag­gior­na­to.. più de­ci­so nel­la cri­ti­ca ai di­fet­ti che ve­do nel­la re­li­gio­ne, e più ap­pas­sio­na­to che mai nel de­scri­ve­re la sua mi­glio­re al­ter­na­ti­va: l’umanesimo ateo! 

330 pagine di rivoluzione pacifica!
Un’apocalisse di argomenti e humor,
il perché e anche il percome di una vita senza dèi!

L’ultima evo­lu­zio­ne del li­bro un tem­po co­no­sciu­to co­me ‘Il Piccolo ateo v2’…

Altra bel­la no­ti­zia! L’originale ‘Il pic­co­lo ateo’ di Calogero Martorana, da cui su sua in­co­rag­gian­te au­to­riz­za­zio­ne co­min­ciai l’avventura del PMUA e de­di­ca­to ai gio­va­nis­si­mi, è ora di­spo­ni­bi­le all’acquisto. Tempesta edi­to­re!

Ragazzi, buon di­ver­ti­men­to.. ;-D

Scarica l’ebook dal nuovo sito, gratis: 

› Piccolo Manuale di Umanesimo Ateo (di­spo­ni­bi­le in for­ma­to PDF e EPUB)

Leggi il libro sul web, gratis: 

L’indice, al­cu­ni estrat­ti e l’intero li­bro da leg­ge­re on­li­ne sul si­to uf­fi­cia­le: Pmua​.it.

 

Ti piace il profumo e il peso della carta in mano? Acquistalo in libreria!

Ora puoi or­di­nar­lo e ac­qui­star­lo nel clas­si­co for­ma­to car­ta­ceo in qua­sia­si li­bre­ria (fi­si­ca e on­li­ne) o di­ret­ta­men­te pres­so l’editore (ser­ver si­cu­ro, e so­lo 2€ per la spe­di­zio­ne)! Prezzaccio, 14,90e (par­te dei di­rit­ti in be­ne­fi­cen­za).

 

Un libro sull’Umanesimo ateo… Di che si tratta?

Il Piccolo Manuale di Umanesimo Ateo è un li­bro sull’ateismo, po­si­zio­ne fi­lo­so­fi­ca di chi non cre­de ad una di­vi­ni­tà, e sull’umanesimo, cioè una *vi­sio­ne di vi­ta* che gio­ca al­la pa­ri con quel­la re­li­gio­sa, ep­pu­re non si ag­grap­pa agli dèi.

Nel PMUA tro­ve­re­te le ra­gio­ni che mi spin­go­no a pen­sar­la co­sì, gli er­ro­ri che at­tri­bui­sco a cer­te re­li­gio­ni, nel­la dot­tri­na e nel mo­do di pre­sen­tar­ce­la, e le idee che mi pa­io­no fon­da­men­ta­li per vi­ve­re be­ne, e in­tan­to me­glio, in­sie­me.

Come anti-​catechismo è ri­vol­to a chi cre­de o è in dub­bio e de­si­de­ra ap­pro­fon­di­re, co­me ri­sor­sa  in­ve­ce in­te­res­se­rà all’ateo/a e all’agnostico/a, che vi po­trà tro­va­re in­fo com­ple­te e ar­go­men­ti af­fi­la­ti, clas­si­ci e nuo­vis­si­mi..
Per tut­ti, la no­bi­le fi­lo­so­fia uma­ni­sta, che ab­bat­te il mi­to dell’ateo ‘cat­ti­vo’ e del ‘caos sen­za gli dèi’, of­fren­do al lo­ro po­sto un bel mo­do di vi­ve­re.. e gli stru­men­ti per rea­liz­zar­lo.

L’ho scrit­to per i ra­gaz­zi (del li­ceo), per­ché pro­prio lo­ro so­no i più ber­sa­glia­ti dei ca­te­chi­smi e ra­ra­men­te ven­go­no in­for­ma­ti di tut­ti i fat­ti. In que­sto mo­do, po­tran­no far­si un’idea più pre­ci­sa su que­sti im­por­tan­ti te­mi, e te­ner­lo a ri­fe­ri­men­to nel­la pro­pria ri­cer­ca.
Il lin­guag­gio è sciol­to e non ac­ca­de­mi­co, ma le ar­go­men­ta­zio­ni so­no pro­fon­de e for­ti: per­ciò an­che i let­to­ri con qual­che an­no di più se lo go­dran­no, vuoi co­me pia­ce­vo­le ri­pas­so (e qual­che pia­ce­vo­le sco­per­ta), vuoi co­me pos­si­bi­le ar­ric­chi­men­to del pro­prio mo­do di vi­ve­re.

Evoluzione di un libro, e di un’idea

Il pri­mo, ori­gi­na­le Piccolo Ateo (ora pub­bli­ca­to!) nac­que an­ni fa da un’idea a mio av­vi­so ge­nia­le, par­la­re ai più gio­va­ni di tut­te que­ste co­se.

Mi piac­que mol­to e chie­si a Calogero - au­to­re del PA, ateo por­ten­to­so e poi un ami­co - di po­ter­lo usa­re co­me ba­se per una ver­sio­ne più am­pia di cui mi sa­rei oc­cu­pa­to io, al­zan­do un po’ l’età mi­ni­ma (li­ceo) del let­to­re idea­le, e anch’essa sca­ri­ca­bi­le gra­tis.
Al suo ap­prez­za­tis­si­mo e com­pli­ce fa’ pu­re, e dac­ci den­tro (un gran­de) ho fat­to par­ti­re l’opera, ne­gli an­ni svi­lup­pan­do mol­to gli ar­go­men­ti, in­tro­du­cen­do no­vi­tà e ade­guan­do il lin­guag­gio al nuo­vo pub­bli­co, e poi ani­ma­to un si­to in­tor­no ai suoi va­lo­ri e sco­pi, che so­no poi i miei.

Quando que­sta mia ver­sio­ne di­ven­ne trop­po più am­pia e dif­fe­ren­te dall’originale, pro­po­si a Calogero di di­stin­gue­re i due la­vo­ri e ri­no­mi­na­re il mio, an­che per­ché ci an­da­vo giù più ‘du­ro’ con la re­li­gio­ne e non vo­le­vo si po­tes­se­ro con­fon­de­re le re­spon­sa­bi­li­tà. Kal fu di nuo­vo d’accordo, e non so­lo ac­con­sen­tì che vi la­scias­si even­tua­li pez­zet­ti di fra­si ri­ma­ste dal suo, ma pre­fe­rì che nel­la pre­fa­zio­ne non lo ci­tas­si che in bre­ve. Era in­te­res­sa­to al mes­sag­gio che sta­va­mo dan­do, non ad al­tro.

Era il 2008 e na­sce­va il ‘Piccolo Manuale di Umanesimo Ateo’! 

Da al­lo­ra il li­bro è di nuo­vo rad­dop­pia­to in pa­gi­ne e po­ten­za, fin­ché non mi è par­so ab­ba­stan­za ‘ma­tu­ro’ da po­ter af­fron­ta­re an­che l’esame di una edi­zio­ne a stam­pa.
Nel 2012, il PMUA esce su car­ta (re­ci­cla­ta) fru­scian­te!
Oggi ha un si­to tut­to suo,
do­ve si può - an­co­ra e sem­pre - sca­ri­ca­re e leg­ge­re on­li­ne, gra­tis.

*

Nel cor­so de­gli an­ni il li­bro è sta­to sca­ri­ca­to ol­tre 16.000 vol­te! Un ve­ro re­cord..
E ora si ri­par­te dal­la ver­sio­ne 5, su Pmua​.it!!


Fatal error: Call to undefined function tpbc_visits() in /home/mhd-01/www.anticatechismo.it/htdocs/cms/wp-content/themes/anticatechismo/page.php on line 39