Se Ratzinger non va alla satira, la satira va da Ratzinger


Pubblicato in Cultura e società
27 gennaio 2008 + edit 13 ottobre 2018
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Ratzin­ger non va in Sapien­za, e festeg­gia la dome­ni­ca a s. Pie­tro davan­ti a ‘200.000 per­so­ne’ che non han­no capi­to il sen­so del­la pro­te­sta dei 67 pro­fes­so­ri e degli stu­den­ti. Inten­de­va inau­gu­ra­re una uni­ver­si­tà sta­ta­le, come se que­sto non avreb­be avu­to il mini­mo signi­fi­ca­to di scon­fi­na­men­to e ‘pos­ses­so’ cle­ri­ca­le (sim­bo­li­co, per cari­tà), il sen­so di un’altra pic­co­la ban­die­ra con­fic­ca­ta in un ter­ri­to­rio che è e deve resta­re puli­to e libe­ro dai fan­ta­smi del­la fede. Lo scal­tro pre­te che fa?
Gri­da all’aggressione lai­ca, lui che lai­co non è, all’oscurantismo e alla cen­su­ra, lui che non ammet­te dia­lo­go con chi – sem­pli­ce­men­te, sere­na­men­te – non la pen­sa come lui e non sop­por­ta le sue pre­di­che spoc­chio­se, la sua filo­so­fia fazio­sa, la sua logi­ca vizia­ta, i pre­giu­di­zi con cui for­mu­la giu­di­zi sul­la sto­ria e sul­le per­so­ne. Il gran­de cen­su­ra­to però si fa leg­ge­re il discor­so ugual­men­te, davan­ti a una pla­tea sele­zio­na­ta e tut­ta dal­la sua par­te.. Un discor­so che inneg­gia alla liber­tà e alla veri­tà. Tut­to giu­sto se non fos­se per il sen­so sot­te­so (la veri­tà che inten­de è dio, la liber­tà vera è di rico­no­scer­lo), poli­ti­ca­men­te e ipo­cri­ta­men­te cor­ret­to.

Oh, scri­ve­re abbia­mo scrit­to tan­to, chi vuo­le ne ha.. Ma un altro modo di comu­ni­ca­re un mes­sag­gio è far­lo con umo­ri­smo. La sati­ra, ah la sati­ra! Ne farei un bel discor­so alla Sapien­za. Maga­ri l’anno pros­si­mo.

Ratzinger non va alla satira, la satira va da Ratzinger!