Tutti i post in: ioETeAteiUmanisti

23 marzo, Giornata mondiale dell’ateismo.
365 di questi giorni (e una riflessione).

Mi guardo in faccia e mi chiedo: sì, ma che tipo di ateo sono? In cosa credo, cosa sostengo, come vedo la vita e i rapporti umani, quali VALORI ho fatto miei, e come mi muovo nel mondo? Ci sono infatti molti modi di non credere, alcuni decisamente criticabili. Tu?
Pubblicato in Ateismo e Umanesimo
23 Marzo 2019
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
#atheist­Day #ateo­Per­ché #ioE­TeA­te­iU­ma­ni­sti
 
Sei ateo/a? Bene! 
Hai fat­to coming‐out? Ti sei sbattezzato/a? E l’iscrizione all’Uaar?
Benis­si­mo!
Che altro?
Beh, che ne dire­sti di pen­sa­re a che tipo di non cre­den­te sei? Per­ché, sarai d’accordo, non cre­de­re – così come cre­de­re – dice poco su chi real­men­te sia­mo. Come per­so­ne, inten­do.
 
Io? 
Sono ateo, sì.
Nien­te pau­ra, sono anche mol­te altre cose.
Mi pia­ce defi­nir­mi ateo uma­ni­sta, per­ché ‘ateo’ dice poco o nul­la di me.
 
E se è impor­tan­te, oggi, dir­si atei e difen­de­re il pro­prio dirit­to a non cre­de­re sen­za per que­sto dover subi­re discri­mi­na­zio­ni (o peg­gio, in altri Pae­si), è a mag­gior ragio­ne per me *essen­zia­le* dir­si uma­ni­sti e par­la­re di uma­ne­si­mo.

Continua ⋯▸