Tutti i post in: Ipocrisia

L’evento più fresco dell’estate 2008..!!


Pubblicato in Cultura e società e Ateismo e Umanesimo e Religioni e sètte
14 Agosto 2008 + edit 27 Agosto 2008
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Il nuo­vo Pic­co­lo Ateo è infi­ne giun­to! Pro­mes­so da tem­po – una spe­cie di tea­ser invo­lon­ta­rio! – sbar­ca in Rete l’ultimissima ver­sio­ne del mio libro. E come ave­vo pre­an­nun­cia­to, ha un nuo­vo tito­lo! Per­ché i pic­co­li atei cre­sco­no..

Signo­re, signo­ri, a voi il Pic­co­lo Manua­le di Uma­ne­si­mo Ateo. Il per­ché e il per­co­me di una vita sen­za dèi!!

Con mal­ce­la­to orgo­glio, ora vado a rilas­sar­mi un po’. Voi, fate­mi sape­re! 😀

Associazione Polacca dei Razionalisti: complimenti a chi ha protestato per quell’invito alla Sapienza


Pubblicato in Ateismo e Umanesimo e Religioni e sètte
29 Gennaio 2008
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Non per tor­na­re sull’argomento, ma que­sta Asso­cia­zio­ne di razio­na­li­sti mi ha fat­to ave­re un arti­co­lo posta­to nel­la sezio­ne ita­lia­na del loro sito. Nien­te di nuo­vo per chi si fos­se *real­men­te* inte­res­sa­to già all’argomento, ma mi fa pia­ce­re ripor­tar­lo qui come ulte­rio­re input, e come esem­pio del lega­me di pen­sie­ro e sen­ti­men­to che cor­re fra atei uma­ni­sti e razio­na­li­sti..
Avan­ti insie­me!! 😀

Bene­det­to XVI all’inaugurazione dell’anno acca­de­mi­co all’Università
La Sapien­za

L’Associazione Polac­ca dei Razio­na­li­sti espri­me la sua pie­na soli­da­rie­tà Continua ⋯▸

Adorabili laici ‘intolleranti’


Pubblicato in Cultura e società e Religioni e sètte
18 Gennaio 2008
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Pove­ra pic­co­la inno­cen­te chie­sa, ridot­ta al silen­zio da un mani­po­lo di con­te­sta­to­ri intol­le­ran­ti e vio­len­ti! Così ovvia­men­te è sta­ta let­ta da tan­ti cre­den­ti cat­to­li­ci la noti­zia del­la man­ca­ta visi­ta del papa alla Sapien­za di Roma, e quel che è peg­gio da tan­ti poli­ti­ci e intel­let­tua­li che lai­ci si con­si­de­ra­no.
Ma è anda­ta vera­men­te così? Dav­ve­ro si è trat­ta­to di un attac­co inde­bi­to, di un distor­to sen­so di lai­ci­tà, di ver­go­gno­sa cen­su­ra?

Con­si­de­ran­do che si è trat­ta­to di una *pro­te­sta* (legit­ti­mo dis­sen­so), i cui moti­vi sono *fon­da­ti* (e non ideo­lo­gi­ci), e che la deci­sio­ne di non veni­re è sta­ta pre­sa dal papa stes­so (men­tre in uni­ver­si­tà lo aspet­ta­va­no), chia­ra­men­te NO.
Ma è quel­lo che voglio­no *far­ci cre­de­re*, Continua ⋯▸

Fallimento politico nel sociale: per fortuna c’è la Chiesa?


Pubblicato in Religioni e sètte e Politica ed economia
14 Novembre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

In due recen­ti e distin­te occa­sio­ni (1, 2), gli ono­re­vo­li Udc Casi­ni e Gio­va­nar­di espri­mo­no il mede­si­mo, desta­bi­liz­zan­te con­cet­to. Piut­to­sto irri­ta­ti da chi la cri­ti­ca per le pres­sio­ni poli­ti­che e gli ovvi pri­vi­le­gi eco­no­mi­ci, rin­gra­zia­no la Chie­sa cat­to­li­ca per quel­lo che fa nel socia­le, non accan­to ma al posto del­la poli­ti­ca. Entram­bi ammet­to­no che ad occu­par­si di tali impor­tan­ti que­stio­ni dovreb­be esse­re pro­prio quest’ultima, che però a vol­te “non arri­va” (Gio­va­nar­di) o addi­rit­tu­ra è “spa­ven­to­sa­men­te assen­te” (Casi­ni).
Ma anzi­ché con­si­de­ra­re una col­pa gra­vis­si­ma l’aver rinun­cia­to a un com­pi­to fon­dan­te, e in quan­to poli­ti­ci alza­re il culo per fare subi­to qual­co­sa e por­vi rime­dio, per pro­pria digni­tà oltre che per i cit­ta­di­ni, dove­ro­sa­men­te, i due par­la­men­ta­ri sono più che sod­di­sfat­ti di fre­gar­se­ne, per­ché qual­cun altro sta facen­do il lavo­ro al posto loro: gra­zie a Dio c’è la Chie­sa! Continua ⋯▸

Una moschea in parrocchia? Convivenza.. negata


Pubblicato in Religioni e sètte
10 Novembre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Come vole­va­si dimo­stra­re: ecco la pron­ta rispo­sta (a que­sto feli­ce epi­so­dio) del­le alte isti­tu­zio­ni cat­to­li­che che tan­ti – don Aldo Danie­li per pri­mo – non rie­sco­no anco­ra a giu­di­ca­re per quel­lo che sono e fan­no.

Repub­bli­ca, 10nov07 – La Dio­ce­si di Tre­vi­so: “Moschea in chie­sa? Non si può fare, il par­ro­co obbe­di­sca”.
Il vesco­vo di Tre­vi­so Andrea Bru­no Maz­zo­ca­to, ha incon­tra­to don Aldo Danie­li, par­ro­co di Pader­no, per ave­re chia­ri­men­ti cir­ca alcu­ne sue dichia­ra­zio­ni ripre­se dai quo­ti­dia­ni di oggi. ”All’interno di un dia­lo­go fra­ter­no e cor­dia­le – si pre­ci­sa in una nota del vica­rio gene­ra­le – don Aldo ha riba­di­to la sua obbe­dien­za al vesco­vo e la pie­na dispo­ni­bi­li­tà a tro­va­re una solu­zio­ne al pro­ble­ma’’.
(…) Pon­za­no Vene­to, regno dei Benet­ton, ha oltre sei­cen­to stra­nie­ri (232 fami­glie, per la mag­gior par­te dell’Africa set­ten­trio­na­le e dell’Est euro­peo) su 11.400 resi­den­ti. Ecco per­ché don Aldo, 69 anni, non si è fat­to pro­ble­mi e ha offer­to le stan­ze (l’oratorio con cuci­na) a cir­ca due­cen­to musul­ma­ni, mol­ti di più duran­te le ricor­ren­ze. “È inu­ti­le par­la­re tan­to di dia­lo­go – ha det­to il par­ro­co – se poi gli sbat­tia­mo la por­ta in fac­cia”.

Vero, è inu­ti­le (e ipo­cri­ta) par­la­re di dia­lo­go, se nei fat­ti le por­te si sbat­to­no in fac­cia.

Com­pli­men­ti alla richie­sta di *obbe­dien­za* e all’ipocrisia con cui si cer­ca di ammor­bi­dir­la. La gerar­chia cat­to­li­ca dia­lo­ga solo in teo­ria, nei fat­ti usa la soli­ta borio­sa auto­ri­tà per distin­gue­re il suo cri­stia­ne­si­mo dai valo­ri uma­ni­sti di rispet­to, tol­le­ran­za, dispo­ni­bi­li­tà, e vero dia­lo­go. Continua ⋯▸

L’ateismo di Avvenire


Pubblicato in Lettere ai direttori e Cultura e società
20 Ottobre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Invia­ta ai quo­ti­dia­ni il 21/09/2007 – Caro diret­to­re,
quan­to male sono con­si­de­ra­ti gli atei? Mol­to, fra mol­ti cat­to­li­ci, per il fat­to che ven­go­no descrit­ti come non sono. In par­te è anche col­pa loro, che non si difen­do­no bene e che – quan­do lo fan­no – pun­ta­no ora su lai­ci­tà, ora su eti­ca, ora su scien­za, inve­ce di par­la­re di uma­ne­si­mo seco­la­re, come avvie­ne da anni altro­ve nel mon­do. Ma è anche vero che di spa­zio i media nazio­na­li glie­ne con­ce­do­no dav­ve­ro poco.
Gra­va allo­ra sul­le loro teste non tan­to l’inferno, in cui ovvia­men­te non cre­do­no, ma una cri­ti­ca costan­te e sprez­zan­te da par­te del­la gerar­chia cat­to­li­ca. E dispia­ce dir­lo, per­ché mi aspet­te­rei che – se cri­ti­ca dev’essere – col­pis­se l’ateismo per quel­lo che è, non per quel­lo che si vor­reb­be che fos­se. Continua ⋯▸

La trave nell’occhio di Bertone


Pubblicato in Lettere ai direttori e Cultura e società
20 Ottobre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Invia­ta ai quo­ti­dia­ni e pub­bli­ca­ta su Libe­ra­zio­ne il 06/09/2007 – Si è acce­sa una luce su alcu­ni dei pri­vi­le­gi mone­ta­ri effet­ti­va­men­te godu­ti dal­la Chie­sa. Il car­di­nal Ber­to­ne in rispo­sta pian­ge la Chie­sa vit­ti­ma di stra­te­gie inter­na­zio­na­li all’odore di zol­fo (Repub­bli­ca, 4 cm). Que­sto modo di far leva sui sen­ti­men­ti cer­ta­men­te con­vin­ce anco­ra mol­ti e Ber­to­ne pro­ba­bil­men­te lo spe­ra, ma com­met­te un’ingenuità se cre­de che non sia­no nota­ti anche gli erro­ri nel suo mes­sag­gio: la reto­ri­ca sen­ti­men­ta­le che distrae dai fat­ti, il tra­sfor­ma­re la legit­ti­ma cri­ti­ca in com­plot­ti e per­se­cu­zio­ni sen­za mai for­nir­ne pro­ve, il con­si­de­ra­re la Chie­sa tut­ta e sem­pre al di sopra di giu­di­zio anzi­ché respon­sa­bil­men­te tagliar via i rami sec­chi, e il fal­so affer­ma­re che la cre­di­bi­li­tà del­la Chie­sa e l’efficacia del­la sua ope­ra sia­no mina­te non dai pro­pri erro­ri inter­ni ma da chi glie­li mostra, ai qua­li va pure l’insulto d’essere insen­si­bi­li al bene che fa.

Que­sto modo di pre­sen­ta­re la Chie­sa è un pro­ble­ma fra i pro­ble­mi, e lascia la mar­ca­ta sen­sa­zio­ne che la gerar­chia vati­ca­na sia in effet­ti, ogni gior­no di più, vit­ti­ma di sé stes­sa.

Ragione e fede, ognuno per sé


Pubblicato in Lettere ai direttori e Cultura e società e Religioni e sètte
20 Ottobre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Invia­ta ai mag­gio­ri quo­ti­dia­ni il 17/08/2007 – Gen­ti­le Diret­to­re,
sul sito de Il Gior­na­le del 15 ago­sto, Luca Doni­nel­li sostie­ne che fra ragio­ne e fede esi­ste­reb­be un “con­flit­to arti­fi­cia­le”(*). Vor­rei rispon­de­re, per offri­re ai let­to­ri una secon­da opi­nio­ne sul tema, sta­vol­ta atea e uma­ni­sta, su cui riflet­te­re. Continua ⋯▸