Tutti i post in: Verita

L’evento più fresco dell’estate 2008..!!


Pubblicato in Cultura e società e Ateismo e Umanesimo e Religioni e sètte
14 Agosto 2008 + edit 27 Agosto 2008
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Il nuo­vo Pic­co­lo Ateo è infi­ne giun­to! Pro­mes­so da tem­po – una spe­cie di tea­ser invo­lon­ta­rio! – sbar­ca in Rete l’ultimissima ver­sio­ne del mio libro. E come ave­vo pre­an­nun­cia­to, ha un nuo­vo tito­lo! Per­ché i pic­co­li atei cre­sco­no..

Signo­re, signo­ri, a voi il Pic­co­lo Manua­le di Uma­ne­si­mo Ateo. Il per­ché e il per­co­me di una vita sen­za dèi!!

Con mal­ce­la­to orgo­glio, ora vado a rilas­sar­mi un po’. Voi, fate­mi sape­re! 😀

Il Papa in Usa parla, io in Italia scrivo. Caro direttore..


Pubblicato in Lettere ai direttori e Ateismo e Umanesimo
26 Aprile 2008 + edit 21 Giugno 2008
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Spe­di­ta ai mag­gio­ri quo­ti­dia­ni e set­ti­ma­na­li, il 25/04/08

Dopo gli applau­si, una rifles­sio­ne sui discor­si del Papa in Usa

Caro Diret­to­re,
un piz­zi­co di pole­mi­ca: dav­ve­ro que­sto Papa va visto come uno sto­ri­co raf­fi­na­to, un pro­fon­do intel­let­tua­le, un’eccezionale gui­da mora­le?
Me lo chie­do sen­za mali­zia, leg­gen­do e ascol­tan­do ciò che dice per inte­ro. Si pren­da­no ad esem­pio i recen­ti discor­si negli Sta­ti Uni­ti. Fra gli altri, tre pun­ti in par­ti­co­la­re: nazi­smo, dirit­ti uma­ni, scan­da­lo pedo­fi­lia. Continua ⋯▸

All’inferno chi lavora solo per il bene degli uomini sulla terra


Pubblicato in Lettere ai direttori e Ateismo e Umanesimo
8 Febbraio 2008
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Spe­di­ta ai mag­gio­ri quo­ti­dia­ni e set­ti­ma­na­li, l’8 feb­bra­io 2008

Caro diret­to­re,
mi per­met­ta di espri­me­re un giu­di­zio sul cat­to­li­ce­si­mo e que­sto Papa, dopo aver sen­ti­to la sua ulti­ma all’incontro con il cle­ro roma­no. Lo farò da ateo uma­ni­sta, cioè come uno che cer­ca veri­tà e giu­sti­zia per l’uomo e nell’uomo, sen­za dove­ri ver­so un dio. Se l’inferno esi­ste e non è vuo­to, cosa dovrei a quel dio, dopo­tut­to? Continua ⋯▸

Spe salvi fortuna iuvat


Pubblicato in Religioni e sètte
20 Gennaio 2008
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Ho in can­tie­re un post sul pol­pet­to­ne ‘Spe sal­vi’, del­la qua­le – man­co a dir­lo – non con­di­vi­do pres­so­ché nul­la. Intan­to, ecco un arti­co­lo lun­go e bel­lo di Gala­ri­co sull’enciclica, tro­va­to in Clerofobia.it:

Il cri­stia­ne­si­mo non ave­va por­ta­to un mes­sag­gio sociale‐rivoluzionario come quel­lo con cui Spar­ta­co, in lot­te cruen­te, ave­va fal­li­to. Gesù non era Spar­ta­co, non era un com­bat­ten­te per una libe­ra­zio­ne poli­ti­ca, come Barab­ba o Bar‐Kochba”.
Lo dice testual­men­te papa Ratzin­ger nell’enciclica Spe sal­vi. Fare le rivo­lu­zio­ni è peg­gio d’una con­dan­na, una sor­ta di male­di­zio­ne divi­na, pro­prio per­ché fal­li­sco­no tut­te!
Per for­tu­na Cri­sto non ha mai chie­sto que­sto ai suoi disce­po­li, alla sua chie­sa. “Ciò che Gesù, Egli stes­so mor­to in cro­ce, ave­va por­ta­to era qual­co­sa di total­men­te diver­so: l’incontro col Signo­re di tut­ti i signo­ri, l’incontro con il Dio viven­te e così l’incontro con una spe­ran­za che era più for­te del­le sof­fe­ren­ze del­la schia­vi­tù e che per que­sto tra­sfor­ma­va dal di den­tro la vita e il mon­do”.
Mira­co­lo! L’uomo schia­vo fuo­ri pote­va diven­ta­re libe­ro den­tro! [segue -> ]

Oggi sei stato/a all’Angelus? Bene. Ora leggi, cazzo, leggi!


Pubblicato in Religioni e sètte
20 Gennaio 2008
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Sì par­lo a te, che oggi sei stato/a tut­ta la mat­ti­na in piaz­za s. Pie­tro a Roma. O in piaz­za Duo­mo a Mila­no, davan­ti al maxi­scher­mo. Tu, che hai pas­sa­to ore in pie­di, fra can­ti, pre­ghie­re, stret­te di mano e slo­gan per la tol­le­ran­za. Tu che hai volu­to dire al San­to Padre «Dove­vi esser­ci, dove­va­no far­ti par­la­re! Ciò che ti han­no fat­to è sta­to ingiu­sto!». Tu che hai applau­di­to quan­do il Papa ha det­to «Andia­mo avan­ti in que­sto spi­ri­to di fra­ter­ni­tà e amo­re per liber­tà e veri­tà, e impe­gno comu­ne per una socie­tà fra­ter­na e tol­le­ran­te», per­ché ci cre­di vera­men­te.
Tu che sostie­ni la vera lai­ci­tà, la liber­tà di paro­la per tut­ti, la neces­si­tà di un fran­co dia­lo­go. Tu che sei con­tro la cen­su­ra, l’oscurantismo, la pro­pa­gan­da, e con­tro la fazio­si­tà, la rigi­di­tà di pen­sie­ro, la durez­za di cuo­re. Sì, tu.

Tu che cre­di in tut­to que­sto, esat­ta­men­te per que­sto, ora dedi­ca 5 minu­ti – ma che dico, ne basta­no 3 – a leg­ge­re l’articolo che segue. Fal­lo per l’obiettività e coe­ren­za che ti appar­ten­go­no, per l’amore del­la veri­tà che pro­vi, per la rab­bia e l’indignazione che giu­sta­men­te que­ste cose ti susci­ta­no. Continua ⋯▸

Babbo Natale VS Gesù bambino


Pubblicato in Ateismo e Umanesimo e Religioni e sètte
4 Gennaio 2008
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Men­tre il papa ricor­da al mon­do – nel mes­sag­gio ‘Urbi et orbi’ del 24 dicem­bre – i suoi gran­di pro­ble­mi, e pro­pi­na la soli­ta, fal­li­bi­le, solu­zio­ne magi­ca (“Solo la ‘gran­de’ luce appar­sa in Cri­sto può dona­re agli uomi­ni la ‘vera’ pace”), gros­so­mo­do evi­tan­do la pole­mi­ca (per l’occasione), il Cor­se­ra da spa­zio a un edi­to­ria­le del­lo scrit­to­re cat­to­li­co Clau­dio Magris, che in sostan­za dice la stes­sa cosa (“Il coro degli ange­li che annun­cia­no glo­ria a Dio nell’alto dei cie­li e pace in ter­ra agli uomi­ni di buo­na volon­tà”), ma con toni deci­sa­men­te più acce­si. Non solo per­ché se la pren­de con.. Bab­bo Nata­le, ma per­ché la sua ana­li­si oltre­pas­sa la faci­le super­fi­cia­li­tà da pre­di­ca nata­li­zia, e pun­ta a una con­dan­na tout‐court del­la socie­tà moder­na non cri­stia­na.

Era già suc­ces­so a don Mari­no Bru­no per Hal­lo­ween, e ora il Magris ripro­po­ne la stes­sa tesi, con gli stes­si argo­men­ti, con la stes­sa seve­ri­tà. E gli stes­si erro­ri. Continua ⋯▸

Scienza e teologia, due strade per verità diverse


Pubblicato in Scienza e tecnologia e Ateismo e Umanesimo
20 Ottobre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Que­sto thread sul forum dell’Uaar ave­va un tema inte­res­san­te, a dimo­stra­zio­ne che anche un troll logor­roi­co e sac­cen­te può esse­re d’aiuto alla comu­ni­tà (poi non si è sogna­to di rispon­de­re, ma che pre­ten­de­re? In fon­do è solo un troll, a vol­te pure sim­pa­ti­co). Cmq, per la cro­na­ca ecco la mia posi­zio­ne:

Bre­ve­men­te: dopo aver rile­va­to che oggi scien­za e teo­lo­gia se ne stan­no sepa­ra­te, e che entram­be han­no dei limi­ti (scien­ti­smo e fini­tez­za l’una, let­te­ra­li­smo e prag­ma­ti­smo l’altra), l’autore pro­po­ne di ritro­var­ci sul­la stra­da fra di esse e di ammet­te­re che si com­ple­ta­no bene nel­la ricer­ca del­la veri­tà.

Que­sta tesi è fre­quen­te fra i cat­to­li­ci, e pri­ma­ria­men­te per la chie­sa che bat­te mol­to su di essa nel dispe­ra­to inten­to di far­ci dige­ri­re le veri­tà del­la sua fede con la scu­sa che sono razio­na­li tan­to quan­to la scien­za. A dir la veri­tà, Gil­do ci è anda­to anche pia­no, la gerar­chia cat­to­li­ca è ben più spu­do­ra­ta, ed è per que­sto che è bene se ne par­li, che si chia­ri­sca come e per­ché la scien­za non può con­ta­re sul­la fede e la fede non è un meto­do di cono­scen­za affi­da­bi­le. Continua ⋯▸

L’ateismo di Avvenire


Pubblicato in Lettere ai direttori e Cultura e società
20 Ottobre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Invia­ta ai quo­ti­dia­ni il 21/09/2007 – Caro diret­to­re,
quan­to male sono con­si­de­ra­ti gli atei? Mol­to, fra mol­ti cat­to­li­ci, per il fat­to che ven­go­no descrit­ti come non sono. In par­te è anche col­pa loro, che non si difen­do­no bene e che – quan­do lo fan­no – pun­ta­no ora su lai­ci­tà, ora su eti­ca, ora su scien­za, inve­ce di par­la­re di uma­ne­si­mo seco­la­re, come avvie­ne da anni altro­ve nel mon­do. Ma è anche vero che di spa­zio i media nazio­na­li glie­ne con­ce­do­no dav­ve­ro poco.
Gra­va allo­ra sul­le loro teste non tan­to l’inferno, in cui ovvia­men­te non cre­do­no, ma una cri­ti­ca costan­te e sprez­zan­te da par­te del­la gerar­chia cat­to­li­ca. E dispia­ce dir­lo, per­ché mi aspet­te­rei che – se cri­ti­ca dev’essere – col­pis­se l’ateismo per quel­lo che è, non per quel­lo che si vor­reb­be che fos­se. Continua ⋯▸

Tornielli, Avvenire, il Parlamento e l’affaire ‘Il Piccolo Ateo’ (1)


Pubblicato in Cultura e società e Ateismo e Umanesimo
20 Ottobre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Com’è come non è, Andrea Tor­niel­li pub­bli­ca un arti­co­lo sul Pic­co­lo Ateo di Mar­to­ra­na. Fra le righe la sua cri­si di pani­co è pal­pa­bi­le, a cau­sa del con­te­nu­to del­le stes­se righe.
Ma se appe­na appe­na aves­se veri­fi­ca­to le sue fon­ti, si sareb­be rispar­mia­to cri­si, tem­po di scri­ver­le, e pes­si­ma figu­ra su piaz­za.

Appre­sa la noti­zia del­lo ‘scan­da­lo Pic­co­lo Ateo’, mi reco sul blog del ragaz­zac­cio e scri­vo: Continua ⋯▸

La trave nell’occhio di Bertone


Pubblicato in Lettere ai direttori e Cultura e società
20 Ottobre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Invia­ta ai quo­ti­dia­ni e pub­bli­ca­ta su Libe­ra­zio­ne il 06/09/2007 – Si è acce­sa una luce su alcu­ni dei pri­vi­le­gi mone­ta­ri effet­ti­va­men­te godu­ti dal­la Chie­sa. Il car­di­nal Ber­to­ne in rispo­sta pian­ge la Chie­sa vit­ti­ma di stra­te­gie inter­na­zio­na­li all’odore di zol­fo (Repub­bli­ca, 4 cm). Que­sto modo di far leva sui sen­ti­men­ti cer­ta­men­te con­vin­ce anco­ra mol­ti e Ber­to­ne pro­ba­bil­men­te lo spe­ra, ma com­met­te un’ingenuità se cre­de che non sia­no nota­ti anche gli erro­ri nel suo mes­sag­gio: la reto­ri­ca sen­ti­men­ta­le che distrae dai fat­ti, il tra­sfor­ma­re la legit­ti­ma cri­ti­ca in com­plot­ti e per­se­cu­zio­ni sen­za mai for­nir­ne pro­ve, il con­si­de­ra­re la Chie­sa tut­ta e sem­pre al di sopra di giu­di­zio anzi­ché respon­sa­bil­men­te tagliar via i rami sec­chi, e il fal­so affer­ma­re che la cre­di­bi­li­tà del­la Chie­sa e l’efficacia del­la sua ope­ra sia­no mina­te non dai pro­pri erro­ri inter­ni ma da chi glie­li mostra, ai qua­li va pure l’insulto d’essere insen­si­bi­li al bene che fa.

Que­sto modo di pre­sen­ta­re la Chie­sa è un pro­ble­ma fra i pro­ble­mi, e lascia la mar­ca­ta sen­sa­zio­ne che la gerar­chia vati­ca­na sia in effet­ti, ogni gior­no di più, vit­ti­ma di sé stes­sa.