Domanda intelligente, risposta stupida. Il papa non si smentisce.


Pubblicato in Cultura e società e Religioni e sètte
16 gennaio 2015
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Il papa, come un tre­di­cen­ne qua­lun­que, pren­de­reb­be a caz­zot­ti uno per insul­ti alla madre.
Com­pli­men­ti! No, Fran­ce’: sia­mo adul­ti.
A un insul­to su tua madre rispon­di a paro­le, con la disi­sti­ma, e maga­ri con una que­re­la. E poi si vede se per caso non ave­va ragio­ne quel­lo, su tua madre.

Fran­ce’ (nun t’offenni vero, si te do der tu), la reli­gio­ne – come qual­sia­si altro sog­get­to  – deve poter esse­re libe­ra­men­te cri­ti­ca­ta e anche sper­cu­la­ta. C’è modo e modo e tem­po e tem­po, ma il limi­te non può esse­re il vostro sen­tir­si ‘offe­si’. Vi sen­ti­te offe­si? Bene, rispon­de­te a tono. Ma sen­za pugni né cen­su­re.

Anche per­ché, offen­der­si è un atti­mo per chiun­que, e tu allo­ra dovre­sti pro­prio tace­re per non ‘offen­de­re’ i non cre­den­ti (e l’essere uma­no) qua­si ogni vol­ta che apri boc­ca.

papa-charlie-censura-satira