La trave nell’occhio di Bertone


Pubblicato in Lettere ai direttori e Cultura e società
20 ottobre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Invia­ta ai quo­ti­dia­ni e pub­bli­ca­ta su Libe­ra­zio­ne il 06/09/2007 – Si è acce­sa una luce su alcu­ni dei pri­vi­le­gi mone­ta­ri effet­ti­va­men­te godu­ti dal­la Chie­sa. Il car­di­nal Ber­to­ne in rispo­sta pian­ge la Chie­sa vit­ti­ma di stra­te­gie inter­na­zio­na­li all’odore di zol­fo (Repub­bli­ca, 4 cm). Que­sto modo di far leva sui sen­ti­men­ti cer­ta­men­te con­vin­ce anco­ra mol­ti e Ber­to­ne pro­ba­bil­men­te lo spe­ra, ma com­met­te un’ingenuità se cre­de che non sia­no nota­ti anche gli erro­ri nel suo mes­sag­gio: la reto­ri­ca sen­ti­men­ta­le che distrae dai fat­ti, il tra­sfor­ma­re la legit­ti­ma cri­ti­ca in com­plot­ti e per­se­cu­zio­ni sen­za mai for­nir­ne pro­ve, il con­si­de­ra­re la Chie­sa tut­ta e sem­pre al di sopra di giu­di­zio anzi­ché respon­sa­bil­men­te tagliar via i rami sec­chi, e il fal­so affer­ma­re che la cre­di­bi­li­tà del­la Chie­sa e l’efficacia del­la sua ope­ra sia­no mina­te non dai pro­pri erro­ri inter­ni ma da chi glie­li mostra, ai qua­li va pure l’insulto d’essere insen­si­bi­li al bene che fa.

Que­sto modo di pre­sen­ta­re la Chie­sa è un pro­ble­ma fra i pro­ble­mi, e lascia la mar­ca­ta sen­sa­zio­ne che la gerar­chia vati­ca­na sia in effet­ti, ogni gior­no di più, vit­ti­ma di sé stes­sa.

Contro il dogma, la sfida della verità


Pubblicato in Lettere ai direttori e Cultura e società
20 ottobre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Invia­ta ai mag­gio­ri quo­ti­dia­ni il 20/08/2007 – Gen­ti­le diret­to­re,
l’articolo ‘Con­tro il dog­ma lai­ci­sta la sfi­da del­la veri­tà’ (Il Gior­na­le onli­ne, 19/08/07) coglie diver­se tri­sti veri­tà del nostro tem­po – la dila­gan­te man­can­za di valo­ri di vita che non sia­no quel­li effi­me­ri di moda e spet­ta­co­lo, a cui dav­ve­ro in nostri gio­va­ni sono più espo­sti, nell’assenza di auto­re­vo­lez­za degli adul­ti e del­le isti­tu­zio­ni. Que­sto è vero ed è gra­ve, ma si per­de in obiet­ti­vi­tà descri­ven­do­lo impro­pria­men­te come ‘dog­ma’, in rife­ri­men­to a lai­ci­tà e rela­ti­vi­smo. Continua ⋯▸

Ragione e fede, ognuno per sé


Pubblicato in Lettere ai direttori e Cultura e società e Religioni e sètte
20 ottobre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Invia­ta ai mag­gio­ri quo­ti­dia­ni il 17/08/2007 – Gen­ti­le Diret­to­re,
sul sito de Il Gior­na­le del 15 ago­sto, Luca Doni­nel­li sostie­ne che fra ragio­ne e fede esi­ste­reb­be un “con­flit­to arti­fi­cia­le”(*). Vor­rei rispon­de­re, per offri­re ai let­to­ri una secon­da opi­nio­ne sul tema, sta­vol­ta atea e uma­ni­sta, su cui riflet­te­re. Continua ⋯▸

Benny è di passaggio


Pubblicato in Cultura e società e Religioni e sètte
20 ottobre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

12 ago­sto 2007. Bene­det­to si alza, va in bagno, si veste, una sana cola­zio­ne, poi si affac­cia e dice:

Distac­ca­te­vi dai beni mate­ria­li”.

Adn­kro­nos: ”Sul­la ter­ra sia­mo solo di pas­sag­gio” e per que­sto i cri­stia­ni devo­no impe­gnar­si a ”distac­car­si dai beni mate­ria­li in gran par­te illu­so­ri, e a com­pie­re fedel­men­te il pro­prio dove­re con una costan­te ten­sio­ne ver­so l’alto”. E’ l’esortazione del Papa, che alle ore 12 si è affac­cia­to al bal­co­ne del Cor­ti­le inter­no del Palaz­zo Apo­sto­li­co di Castel Gan­dol­fo per reci­ta­re l’Angelus insie­me ai fede­li e ai pel­le­gri­ni pre­sen­ti.
In par­ti­co­la­re, la pagi­na evan­ge­li­ca, pro­se­guen­do il mes­sag­gio di dome­ni­ca scor­sa, invi­ta i cri­stia­ni a distac­car­si dai beni mate­ria­li in gran par­te illu­so­ri, e a com­pie­re fedel­men­te il pro­prio dove­re con una costan­te ten­sio­ne ver­so l’alto”. ”
Nel­la litur­gia odier­na, l”’invito a spen­de­re la nostra esi­sten­za in modo sag­gio e pre­vi­den­te, a con­si­de­ra­re atten­ta­men­te il nostro desti­no, e cioè quel­le real­tà che noi chia­mia­mo ulti­me: la mor­te, il giu­di­zio fina­le, l’eternità, l’Inferno e il Para­di­so. La Ver­gi­ne Maria, che dal cie­lo veglia su di noi, ci aiu­ti a non dimen­ti­ca­re che qui, sul­la ter­ra, sia­mo solo di pas­sag­gio”. […]

Ora, a par­te la ter­ri­bi­le ipo­cri­sia (io non lo so, ma quel­li che lo ascol­ta­no, quel­li che lo sen­to­no par­la­re da un bal­co­ne fra mar­mi ori e ope­re arti­sti­che di immen­so valo­re, vesti­to da sar­ti, ma non se ne accor­go­no? Que­sta inca­pa­ci­tà non solo logi­ca ma emo­ti­va per me è il vero gran­de pro­ble­ma del­la nostra socie­tà): ma per­ché i beni mate­ria­li sareb­be­ro ‘illu­so­ri’??
Che pro­ble­ma ha que­sto tizio col vive­re bene, degna­men­te, pie­na­men­te, godu­rio­sa­men­te sul­la ter­ra? Beni illu­so­ri, sia­mo di pas­sag­gio = la vita qui non vale un pif­fe­ro, ricor­da che muo­ri e solo dopo la mor­te potrai comin­cia­re a vive­re.
Che schi­fo di ragio­na­men­to (ragio­nam.. par­don), che schi­fo di filo­so­fia di vita!

Ma dico, e se pure fos­se vero che c’è un dopo, qual’è il pro­ble­ma a vive­re pie­na­men­te qui? Nes­su­no, direi, anzi. Quin­di c’è pro­prio solo la volon­tà di inse­gna­re a cre­de­re quan­to poco vale que­sto mon­do, insom­ma è di nuo­vo e sem­pre cele­bra­zio­ne del loro dio. E lo spac­cia per ‘vero uma­ne­si­mo’!!

Benny e gli angeli


Pubblicato in Cultura e società e Religioni e sètte
20 ottobre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

8 ago­sto 2007. Bene­det­to si alza, va in bagno, si veste, una sana cola­zio­ne, poi si affac­cia e dice:

In que­sto nostro mon­do, sen­za Dio l’uomo per­de sua gran­dez­za”.

Repub­bli­ca: È l’avvertimento di Bene­det­to XVI ai fede­li pre­sen­ti all’Udienza Gene­ra­le di oggi: “sen­za Dio — spie­ga — non c’è vero uma­ne­si­mo”. Per il Papa, infat­ti, un’autentica rifles­sio­ne sull’uomo “ci fa sen­ti­re il pri­ma­to di Dio”. Nel­la sua cate­che­si il Pon­te­fi­ce ha ricor­da­to oggi la figu­ra di san Gre­go­rio di Nazian­zo (…) invi­ta­va ogni cri­stia­no a “non occu­par­si più del­le cose uma­ne se non quel­le neces­sa­rie, a con­dur­re una vita che tra­scen­de le cose visi­bi­li, a por­ta­re nell’anima imma­gi­ni divi­ne sem­pre pure, ad esse­re cioé vera­men­te uno spec­chio imma­co­la­to di Dio e del­le cose divi­ne, a gode­re quin­di nel­la spe­ran­za pre­sen­te e a con­ver­sa­re con gli ange­li, aven­do già lascia­to la Ter­ra pur stan­do anco­ra in que­sta vita”.

E la gen­te sot­to: BENE; BRAVO, BIS!!

Mi com­men­to: BENE, BRAVO, ammap­pe­la, che sati­ra, lo fa pro­prio bene il papa, ma chi è l’attore? 😈 Continua ⋯▸

Come contrastare il pepato pregiudizio ‘atei gente immorale’?


Pubblicato in Ateismo e Umanesimo
19 ottobre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Padre John Flynn, nel suo arti­co­lo ‘Atei con­tro cre­den­ti’ (Zenit.org), pren­de atto del­lo sgar­gian­te risve­glio dell’ateismo notan­do il suc­ces­so di alcu­ni recen­ti libri di cri­ti­ca alla reli­gio­ne (tra cui L’illusione di Dio e Dio non è gran­de, tito­li ‘scor­da­ti’ in ingle­se). Poi cita alcu­ne rispo­ste che que­sta cri­ti­ca ha rice­vu­to da par­te cri­stia­na. In esse si rive­la che ovvia­men­te non è cri­ti­ca pen­sa­ta ma “attac­chi”, per “argo­men­ta­zio­ni con­fu­ta­te da seco­li”, nel­la “vana spe­ran­za di tro­va­re nell’ateismo nuo­va riso­nan­za”. Nien­te di che, insom­ma, scioc­chez­ze nean­che un po’ vere.
E, a ripro­va, ecco “i quat­tro con­tri­bu­ti del­la reli­gio­ne alla socie­tà” (tra i qua­li peral­tro.. non figu­ra la Sal­vez­za), come se solo essa, sem­pre e in ogni caso, ne fos­se spon­ta­nea arte­fi­ce. Evab­bè..

Il peg­gio però non è pas­sa­to. Continua ⋯▸

Sì, facciamo sentire la campane. Tutte.


Pubblicato in Lettere ai direttori e Ateismo e Umanesimo
19 ottobre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Invia­ta al Gaz­zet­ti­no e pub­bli­ca­ta 😎 il 24/07/07 – Gen­ti­le Diret­to­re,
dopo la pub­bli­ca­zio­ne in data 19 cm del­la let­te­ra del sig. Pier­ma­ri­no Vero­ne­se sul sito web del Gaz­zet­ti­no (“Fin­chè esi­sto­no le rego­le non c’è anar­chia” [non c’è più, ma qui sì, ndm]), spe­ro abbia la pos­si­bli­tà e l’intenzione di dare spa­zio a una repli­ca. Impor­tan­te, secon­do me, date le posi­zio­ni del Vero­ne­se, che dopo aver descrit­to poco e male l’ateismo e l’Uaar (Unio­ne atei e agno­sti­ci razio­na­li­sti), vor­reb­be anche che le sue paro­le restas­se­ro l’unica ‘veri­tà’ a dispo­si­zio­ne del gran­de pub­bli­co.
Lei ed io sap­pia­mo bene, inve­ce, che pro­prio nel­la pos­si­bi­li­tà di con­fron­tar­si sui gran­di temi, quin­di anche di con­tro­bat­te­re, sta uno dei gran­di dirit­ti con­qui­sta­ti di recen­te dal­la demo­cra­zia. Continua ⋯▸

Barbaglia su Luigi Tosti, tanto fumo (teologico) e poco arrosto.


Pubblicato in Ateismo e Umanesimo e Religioni e sètte
19 ottobre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Acca­de che Lui­gi Tosti, magi­stra­to sen­za sti­pen­dio e sot­to pro­ces­so dopo lai­ca richie­sta di toglie­re il cro­ci­fis­so dal­le aule giu­di­zia­rie, a luglio scri­va una let­te­ra a don Lui­gi Bar­ba­glia, il qua­le lo ave­va cita­to in una con­fe­ren­za a pro­po­si­to di cro­ci­fis­so e annes­si e con­nes­si. Bar­ba­glia, a sua vol­ta, rispon­de.
E per la gio­ia di voi affe­zio­na­ti, final­men­te 😛 entro in sce­na io: sen­za pre­te­se di aver esau­ri­to l’argomento (nel­le cui arti­fi­cia­li sfac­cet­ta­tu­re mi adden­tre­rò più vol­te), ecco quan­to ho pen­sa­to di dire al don. Continua ⋯▸

Ateo e non credente: una distinzione forzata e le mie precisazioni


Pubblicato in Ateismo e Umanesimo
19 ottobre 2007
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Il 30 giu­gno L’unità pub­bli­cauna let­te­ra di Fran­ce­sca Ribei­ro in rispo­sta al pen­sie­ro diErri de Luca sul Mat­ti­no. I due auto­ri sosten­go­no che c’è dif­fe­ren­za fra ateo e non cre­den­te, ma per moti­va­zio­ni diver­se dal­la sem­pli­ce seman­ti­ca. Ecco qual’è sta­ta la mia opi­nio­ne:

Sba­glia il De luca a dire che “L’ateo ha risol­to la fac­cen­da una vol­ta e poi basta”, que­sto è dire che l’ateo ha il dog­ma del­la non‐fede, men­tre un ateo non ha dog­mi e si arren­de all’evidenza. Sba­glia anco­ra Continua ⋯▸

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito! Scroll Up